Certifico ADR Manager

Vedi Versione ADR 2021!

Download Trial

Eurotunnels 2021 ADR Dangerous Goods Regulated

Eurotunnels 2021 ADR Dangerous Goods Regulated

I – Introduction to Eurotunnel’s dangerous goods policy
II – Definition of terms used
III – List of dangerous goods accepted
Class 1: Explosive substances and articles
Class 2: Gases: compressed, liquefied or dissolved under pressure
Class 3: Flammable liquids
Class 4.1: Flammable solids
Class 4.2: Substances liable to spontaneous combustion
Class 4.3: Substances, which in contact with water, emit flammable gases
Class 5.1: Oxidizing substances
Class 5.2: Organic peroxides Class
6.1: Toxic substances Class
6.2: Infectious substances
Class 7: Radioactive materials Class 8: Corrosive substances
Class 9: Miscellaneous dangerous substances and articles
IV - What to do on arrival at the Freight Terminal
V - Eurotunnel contact details

I – Introduction to Eurotunnel’s dangerous goods policy The Channel Tunnel has been designed to be one of the safest transport systems known to date. Eurotunnel’s dangerous goods policy is therefore intended to ensure the safety of its customers and staff, and the integrity of the Tunnel. This policy has been produced in close collaboration with industry and with relevant trade and professional bodies.

The carriage of dangerous goods through the Channel Tunnel must comply with ADR (Agreement concerning the International Carriage of Dangerous Goods by Road).

Dangerous goods definitions are subject to the current revision of the ADR regulations and Eurotunnel Freight will accept, restrict or refuse goods on the basis of these definitions. This dangerous goods policy has been decreed by a By-Law in the UK and an Arrêté Ministériel in France and forms an integral part of Eurotunnel’s Conditions of Carriage.

The carriage of dangerous goods must also comply with Eurotunnel’s own regulations as described on this website, which are more stringent than those in ADR, to reflect the specific safety characteristics of the Channel Tunnel infrastructure.

The carrier is responsible for ensuring that the goods being transported comply with these regulations. Declarations must be made using the current revision of ADR applicable at the time of travel, in one of the official languages of ADR – English, French or German. Furthermore, it is also the carrier’s responsibility to provide the compulsory documentation, including for vehicles travelling under the provisions of ADR chapter 1.1.3.6.

Dangerous goods being carried under the ADR Limited Quantity, Excepted Quantity or any other Special Provisions, which do not need documentation, do not need to be declared at Check-in. However, if these goods are declared, a full ADR declaration must be provided. Eurotunnel Freight reserves the right to authorise or refuse carriage of dangerous goods via Eurotunnel Freight, irrespective of their type, origin and / or destination. The Channel Tunnel has been designed to be one of the safest transport systems known to date.
...
Add more

GHS Rev. 9 Settembre 2021

GHS Rev. 9 Settembre 2021 / Globally Harmonized System of Classification and Labelling of Chemicals

Sistema mondiale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche (GHS): Nona edizione riveduta

Il GHS affronta la classificazione delle sostanze chimiche per i tipi di pericolo e vuole armonizzare tali tipi di pericoli, comprese etichette e schede di sicurezza. 

Esso mira a garantire che le informazioni sui rischi fisici e la tossicità da sostanze chimiche siano le migliori possibili per la tutela della salute umana e l'ambiente durante la manipolazione, trasporto e uso.

Il GHS fornisce anche una base per l'armonizzazione di norme e regolamenti sulle sostanze chimiche a livello nazionale, regionale e mondiale. 

La nona edizione rivista del GHS contiene una serie di emendamenti, alcuni nuovi contenuti aggiunti e linee guida relative alla classificazione e all'etichettatura delle sostanze chimiche e delle miscele.

Questi includono:

- criteri rivisti per la categoria dei gas infiammabili all'interno della Categoria 1;
- emendamenti vari intesi a chiarire le definizioni di alcune classi di pericolo per la salute;
- linee guida aggiuntive per estendere la copertura della sezione 14 delle schede di dati di sicurezza a tutti i carichi alla rinfusa, indipendentemente dal loro stato fisico, trasportati con strumenti IMO;
- consigli di prudenza rivisti e ulteriormente razionalizzati nell'allegato 3; ed un nuovo esempio nell'allegato 7 relativo all'etichettatura di piccoli imballaggi con etichette pieghevoli.

Fonte: UNECE

Maggio rinfo

 

GHS Status Update

GHS Status Update

Document prepared by the GHS Sub-Committee secretariat Updated on 3 May 2021

Aware of the importance of monitoring the GHS status of implementation worldwide, the secretariat of the GHS Sub-Committee has collected information publicly available from various sources. These include reports from international organisations, United Nations institutes, programmes and specialized agencies, industry associations and information publicly available on the internet (press releases, articles etc).

This document contains information about the countries listed below (in alphabetical order) as of 03 May 2021.
_______

GHS Editions

The first edition of the GHS, which was intended to serve as the initial basis for the global implementation of the system, was adopted in December 2002 and published in 2003. Since then, the GHS has been updated, revised and improved every two years as needs arise and experience is gained in its implementation.

The eighth revised edition of the GHS (GHS Rev.8), published in 2019, is the most recent published revised edition. The ninth revised edition (GHS Rev.9) will be published in 2021.
_______

Download Document

 

Regolamento IAEA sicurezza trasporti dei materiali radioattivi 2018 - Traduzione in IT

ISIN, 30.04.2021

È stata pubblicata la traduzione in italiano della “Regolamentazione IAEA per il trasporto in sicurezza del materiale radioattivo”.

Si tratta dell’ultima versione delle disposizioni della IAEA (l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica) che vengono periodicamente aggiornate (l’edizione precedente era del 2012) per tenere conto dell’evoluzione tecnica e dell’esperienza operativa maturata nelle attività di trasporto.

La Regolamentazione IAEA viene poi trasposta nei vari regolamenti modali internazionali di trasporto (ADR, RID, ADN, IMDG Code e ICAO TI) che governano, in base ad accordi e convenzioni internazionali, il trasporto delle merci pericolose, comprendenti le materie radioattive.

Il trasporto delle materie radioattive, che costituiscono la Classe 7 delle merci pericolose, deve essere svolto assicurando elevati livelli di sicurezza e di protezione dalle radiazioni ionizzanti. Questo obiettivo è garantito proprio dall’applicazione delle disposizioni e requisiti stabiliti nello standard di sicurezza della IAEA “Regulations for the Safe Transport of Radioactive Material”.

La prima traduzione di questo standard IAEA è del 1975.

Proseguendo in questa tradizione, l’ISIN pubblica la versione italiana della vigente Regolamentazione, con lo scopo di mettere a disposizione, delle amministrazioni e degli operatori del settore, uno strumento agile e di immediata consultazione per contribuire ad una migliore conoscenza della normativa.

...

Fonte: ISIN

Download

ADR

ADR è l’accordo internazionale per il trasporto di merci pericolose su strada, acronimo di “Agreement concerning the International Carriage of Dangerous Goods by Road”. L'Accordo è stato sottoscritto a Ginevra il 30 settembre 1957 sotto gli auspici della Commissione economica delle Nazioni Unite per l'Europa, ed è entrato in vigore il 29 gennaio 1968. Con il D.Lgs. 40/2000 (GU n. 52 del 03.03.2000) è stata istituita la figura del Consulente per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose (Consulente ADR). Il D.Lgs. 40/2000 è stato poi abrogato dal D.Lgs. 35/2010.


Vai sito UNECE

Archivio